Breaking newsCronaca

VestiAMO LA GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE INDOSSANDO LA MASCHERINA 1522.

di: Stella Chiavaroli

Il 25 novembre ricorre la giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Quest’anno, purtroppo in conseguenza della pandemia covid 19, non è stato possibile organizzare una giornata dedicata.
Molte, però, sono le iniziative che in questa giornata riconosciuta dall’OMS, sollecitano la sensibilizzazione del fenomeno.

La mascherina è riconosciuta, in questo momento storico, il contrasto del virus.

Per questa ragione, le molte iniziative che sono state messe in campo dai servizi profit e no profit, è quello di indossare una mascherina rossa nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne in segno di vicinanza, coesione, partecipazione, solidarietà e testimonianza di esserci per rimanere sempre coesi nel contrasto e prevenzione del virus contro la violenza.

E’ necessario restare in rete contro il dramma delle violenze sulle donne che, nel periodo del lookdown ha fatto registrare nelle donne vittime di violenza un rinforzo dell’aggressore che ne è risultato, nella maggior parte dei casi, in vantaggio.

Sappiamo come le restrizioni da isolamento anticovid, abbiano purtroppo rappresentato un ulteriore pericolo per le donne che già subivano una qualche forma di violenza.

In particolare, abbiamo osservato che nel periodo del lockdown da covid 19, “restare a casa” per molte donne ha avuto il significato di una convivenza forzata che ha generato un notevole aumento dei casi di violenza.

Infatti, il primo report post codice rosso, mostra una aumento dell’11% di maltrattamenti in famiglia, con un aspetto probabilistico imputato alle misure di contenimento anticovid .

l rapporto Eures, evidenzia come in Italia le donne vittime di omicidio da gennaio a settembre 2020, siano state 91. Dati agghiaccianti che fanno riflettere e che innescano quel dovere necessario nel restare in ascolto delle donne, supportarle e aiutarle.

Vediamo che nonostante un anno fa sia entrato in vigore il “codice rosso” nell’ordinamento penale con finalità di prevenzione e protezione delle vittime, continuano le violenze di genere che vanno dagli atti persecutori ai maltrattamenti e alle violenze sessuali.

Molte regioni d’Italia si trovano, in questa importante giornata in “Zona Rossa” e, a causa del distanziamento dovuto alla pandemia da coronavirus non potendo mettere in atto le numerose giornate dedicate a seminari formativi, convegni o attività di gruppi sociali, hanno pensato di essere solidali con iniziative possibili anche a distanza.

Anche nei periodi di distanziamento sociale, nessuno ha smesso di credere in un modo comune per aiutare le donne: dai Centri Antiviolenza agli Sportelli di Ascolto, dai Consultori Familiari ai Servizi Sociali Comunali.

Le reti di solidarietà che hanno affiancato le donne, sono state numerose, restando al fianco delle donne con strategie nuove da distanziamento. Basti pensare alle iniziative che hanno coinvolte le farmacie ed altre che hanno consentito in qualche modo di raggiungere le donne in difficoltà.

In questa giornata di commemorazione contro la violenza in favore delle donne, istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite dal 1999, si vuole e si deve continuare a lavorare affinchè nessuna donna possa continuare a subire violenza.

Oggi, a Roma si celebra l’Orange Day, la giornata mondiale contro la violenza sulle donne che con le iniziative Rai tv, radio e web, si dedica una sostanziosa programmazione e sinergia tra le testate giornalistiche per dire “No, alla violenza sulle donne”.

Anche a Silvi, Il Consultorio Familiare nello Spazio dello Sportello Rosa Integrato e la rete territoriale, ha promosso l’iniziativa: “Il 25 novembre VestiAMO il contrasto alle violenze sulle donne” per dire “No, alla violenza sulle donne” anche indossando semplicemente una mascherina rossa con il numero 1522 in segno di sensibilizzazione, divulgazione e solidarietà.

Show More

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Questo sito fa uso sia di cookie tecnici sia cookie di parti terze per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Cliccando sul bottone “abilita” si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Clicca qui per la Cookie policy