Politica

Tiziana Del Beato: il curioso passaggio al Gruppo Misto

Con le vacanze di Natale, è passato parzialmente inosservato il balzo della consigliera Tiziana Del Beato, la quale, il 23 dicembre 2019, ufficializza l’addio alla Lega.
Il passaggio al Gruppo Misto è avvenuto con un tempismo piuttosto deciso, successivo all’appello sul bilancio del Consiglio comunale.

Nel corso della seduta di ieri del Consiglio Comunale dell’Aquila ho espresso il mio voto a favore del bilancio. Si tratta non solo di una manifestazione di convinto sostegno alla maggioranza con cui sono stata eletta, ma di un segnale in favore della città, per dare garanzie agli aquilani e a coloro che più di tutti beneficiano dei servizi offerti dalla pubblica amministrazione, in particolare famiglie e imprese. […] Il risultato dell’approvazione dello strumento finanziario entro l’anno solare, per la prima volta dall’introduzione della norma sull’elezione diretta del sindaco, è un’eccezionale conquista per L’Aquila.

Il bilancio è passato con 16 voti favorevoli e 7 contrari; la consigliera, dal canto suo, afferma di essersi «dissociata dalle direttive del partito». Ed è così che, in piena crisi di maggioranza, abbiamo il suo voto al Consiglio comunale per l’approvazione del Bilancio di previsione.
Per quanto, personalmente, la cosa non mi stupisca del tutto, restano degli interrogativi più o meno curiosi sulla vicenda.

Innanzitutto, ciò che parzialmente è stato sottolineato è il peso del cambio partitico; almeno per ora, Tiziana Del Beato non ha proferito parola su possibili o eventuali cambiamenti ideologici: non è chiaro se seguirà una logica adiacente, per esempio un passaggio a Forza Italia o Fratelli d’Italia, non eccessivamente lontani dalla scuderia leghista – tenendo conto delle attuali coalizioni di Governo.

Oppure siamo di fronte ad una manovra politica specifica?
Sono interrogativi leciti, ma per ora privi di risposta. Momentaneamente, la consigliera riprende fiato nel Gruppo Misto, ma converrà seguire la vicenda col giusto interesse.
Un passaggio ideologico non è uno scherzo, anche se il nostro Paese ci ha abituato a facili e velleitari cambi di rotta. Il cittadino dovrebbe porvi la sua attenzione tutte le volte che tali movimenti sopraggiungano; e non solo con una semplice obiezione, a volte espressa in modo piuttosto superficiale – come se si stesse parlando di “tifoserie calcistiche”.

Al contrario, con occhio critico e approfondito, poiché determinate meccaniche non sono quasi mai casuali.
C’è anche da dire che, se la consigliera ha recepito malamente gli interessi della Lega, un cambio di rotta, prettamente morale, si può tranquillamente verificare.

La curiosità resta e non riguarda esclusivamente la Del Beato; cambiamenti del genere danno spesso vita ad una reazione a catena e nella politica si sa: la mala sorte di qualcuno è la fortuna di qualcun altro.

Tags
Show More

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: