“Iniziative come quelle attuate da Dante Labs e dai suoi giovani co fondatori, che hanno riconvertito una parte della loro attività per processare migliaia di tamponi al giorni, dimostrano come nella battaglia al coronavirus non ci sia concorrenza ma complementarietà tra strutture pubbliche e private, purché si tratti di azioni virtuose e, soprattutto, a sostegno della comunità”.

Lo dichiara il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, che questa mattina ha partecipato in videoconferenza a un incontro con i media in cui Andrea Riposati e Mattia Capulli, titolari dell’azienda situata all’interno del Tecnopolo nel capoluogo d’Abruzzo e specializzata nello studio del genoma umano, hanno annunciato l’acquisto e l’installazione di macchinari in grado di automatizzare l’attività di analisi dei tamponi per la rilevazione del Covid-19.

“Questi due ragazzi, aquilani e che coraggiosamente hanno scelto di tornare dove sono nati per investire nel proprio futuro e in quello di questa terra, sono un esempio di come tecnologia, conoscenza e ricerca rappresentino un fattore qualitativamente premiante per il tessuto economico e produttivo aquilano e del sistema delle aree interne. – aggiunge il primo cittadino –

Il tema dei test massivi sulla popolazione sarà determinante per affrontare con fiducia e consapevolezza la fase due dell’emergenza coronavirus, in particolar modo per le attività produttive, artigiani ed edili che chiedono con forza al governo di tornare a lavorare.

L’Aquila dimostra di essere sulla strada giusta, forte anche dell’esperienza maturata dopo il sisma 2009, per essere pronta nel momento in cui ci sarà un graduale ma progressivo ritorno alla normalità dopo il blocco causato dalla pandemia” conclude il sindaco.

Messaggio Elettorale a Pagamento

Messaggio elettorale a pagamento

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.