Sono almeno 497, di cui il 60 per cento minori tra gli 8 e i 14 anni di età, le vittime di abusi sessuali da parte del clero, nell’arcidiocesi di Monaco e Frisinga, tra il 1945 e il 2019.

Il dossier è stato presentato oggi dallo studio legale Westpfahl-Spilker-Wastl ed era stato commissionato dalla stessa arcidiocesi che lo ha definito “una pietra miliare nell’ulteriore processo di gestione degli abusi sessuali“.

Un report choc che, oltre a mettere in rassegna l’operato dei ministeri di Michael von Faulhaber, Joseph Wendel, Julius Doepfner, Friedrich Wetter e Reinhard Marx, getta pesanti ombre sulla gestione del Papa emerito, Joseph Ratzinger, che fu arcivescovo di Monaco dal 1977 al 1982 per poi diventare Prefetto della Congregazione della Dottrina della Fede (1982-2005), organismo vaticano che si occupa proprio di casi di delicta graviora.

Senza contare che proprio Benedetto XVI, fu il Pontefice della “tolleranza zero”, nei confronti degli abusi sessuali commessi da sacerdoti e religiosi.

Gli autori del dossier, gli avvocati Martin Pusch e Marion Westphal, lo accusano e ritengono “poco credibile” la smentita di Ratzinger (una memoria difensiva di 82 pagine) nella quale si dichiarava di non essere stato a conoscenza della situazione.

La risposta della Santa Sede.

La Santa Sede “ritiene di dover dare la giusta attenzione al documento di cui al momento non conosce il contenuto.

Nei prossimi giorni, a seguito della sua pubblicazione, ne prenderà visione e potrà opportunamente esaminarne i dettagli”, ha dichiarato il direttore della Sala Stampa Vaticana Matteo Bruni.

Che ha aggiunto: “Nel reiterare il senso di vergogna e il rimorso per gli abusi sui minori commessi da chierici, la Santa Sede assicura vicinanza a tutte le vittime e conferma la strada intrapresa per tutelare i più piccoli, garantendo loro ambienti sicuri”.

Per leggere tutto su Agi


Quattro i casi che chiamano in causa pesantemente Ratzinger

con i responsabili degli abusi rimasti ancora in carica. Nel corso dei cinque anni in cui a Monaco c’era il futuro Papa Benedetto XVI, alcuni abusi sarebbero stati commessi da due religiosi che prestavano assistenza spirituale ai giovani e nei confronti dei quali non si presero provvedimenti.

Messaggio Elettorale a Pagamento

Messaggio elettorale a pagamento

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.