Arte e Spettacolo

RENZO RUGGIERI CON LA SUA ARTE NON HA CONFINI

Rubrica di Stella Chiavaroli

Presentiamo l’eclettico artista Renzo Ruggeri che con i suoi concerti ha profuso tutte le sue forza con grande stile e scioltezza d’animo! Le sue capacità artistiche ha conquistato il mondo dello spettacolo ,
regalando emozioni impensabili e sentimenti profondi! Ed è con questi presupposti che Loris Cattumar ci permette di farcelo conoscere ancora meglio attraverso un’intervista diretta
Per chi vorrà approcciarsi in questo mondo incantato di sogni e realtà musicali tridimensionali, potrà essere ospite il 17 e il 18 ottobre presso l’Accademia dello Spettacolo di Pineto SLM, dove si potranno assaggiare le
sue opere, le sue abilità di insegnamento e alcuni suoi preziosi suggerimenti. Non mancheranno curiosità e domande degli invitati, dove saranno presenti ospiti, docenti e discenti in una contagiosità artistica e
creativa comune.


RENZO RUGGIERI CON LA SUA ARTE NON HA CONFINI
(Loris Cattunar)

La musica unisce i popoli la musica crea condivisione e dona emozioni, uno dei ambasciatori Abruzzesi della musica è il M° Renzo Ruggieri che con la sua arte non ha confini.
Maestro Renzo Ruggieri fisarmonicista, pianista Jazz con un background di oltre 2000 concerti nel mondo.
Quale è stato il paese estero che l’ha più colpita e ha apprezzato maggiormente la sua arte ?

I paesaggi mozzafiato dell’Islanda sono stati sicuramente qualcosa di indimenticabile e consiglio a tutti di vederli ma la terra che più ha apprezzato la mia musica è stata sicuramente la Russia in cui ho suonato
molte volte. Proprio al Teatro di Stato di “Rostov On Don” ha debuttato in premiere mondiale – in russo – la mia “Opera?”, un racconto musicale con orchestra jazz, ispirato al melodramma italiano.

Si è esibito in prestigiosi palcoscenici dall’Arena di Verona al White Hall di San Pietroburgo ha qualche
aneddoto da raccontare che gli è rimasto impresso nel pentagramma della sua vita artistica?

Proprio la prima volta a San Pietroburgo notai – fatto che si è ripetuto ogni volta – che il popolo russo acquistava fiori prima dei concerti che poi regalava al musicista durante il concerto, dopo i brani più graditi.
Aggiungo che è tipico del pubblico russo alla fine dei concerti salutare l’artista con un “grazie” a cui fanno seguito i complimenti.

Ha collaborato con tantissimi artisti chi gli ha lasciato un segno positivo indelebile?

Sicuramente Antonella Ruggiero, l’ex cantante dei Matia Bazar con cui lavoro da oltre 15 anni. Antonella, oltre ad essere una persona gentile e sensibile con cui stai benissimo anche fuori dal palco (fatto raro fra igrandissimi), sa far suo ogni brano che interpreta e questo senza la minima sbavatura “tecnica”. La sua voce inoltre è così bella e intensa che a fine concerto ti senti appagato e fortunato di aver suonato con e per lei.

Secondo lei quanto è cambiato il mondo della musica dopo l’avvento del Covid-19 e quanto è aumentata
d’importanza in questo periodo di distanziamento sociale?

Fare previsioni è sempre molto difficile, soprattutto adesso che non ne siamo ancora fuori.
Di certo questa pandemia ha “insegnato” alla stragrande maggioranza della gente che lo streaming non è poi così cattivo e che i mezzi per la video conferenza non sono così difficili da usare. A mio avviso questo potrebbe tramutarsi in opportunità per noi artisti, infatti in futuro si potrebbe provare a monetizzare le produzioni “live” e oltre ad ampliare il target per le nostre prestazioni didattiche.

Sappiamo che lei sarà uno dei docenti della Accademia dello Spettacolo SLM (Sound Light Music) di Pineto che utilizzerà le nuove tecnologie Streaming. Quanto per lei sono importanti queste tecnologie in questo periodo e possono essere performanti per un mondo di musica senza confini ?

Faccio lezioni online da oltre 15 anni, in quanto spesso mi vengono richieste lezioni di perfezionamento da studenti esteri. Con il tempo il video e l’audio sono migliorati e si riesce oggi a fare lezioni di ottima qualità.
Durante la mia prima visita alla S.L.M. sono rimasto molto colpito dal livello delle apparecchiature utilizzate ed ho intravisto immediatamente delle potenzialità notevoli. Per questa ragione ho accettato volentieri l’incarico di docente, proponendo programmi moderni come: fisarmonica e pianoforte jazz, arrangiamento per musica jazz/moderna.

Che consiglio o invito vuole dare ai giovani che desiderano avvicinarsi al suo mondo musicale Fisarmonica e pianoforte Jazz, sia come ascoltatori sia come musicisti ?

La musica tocca l’anima delle persone e poterla conoscere meglio è un grande regalo che non bisogna perdere.
La musica migliora la vita delle persone che la fanno e che l’ascoltano.

Tags
Show More

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close

Questo sito fa uso sia di cookie tecnici sia cookie di parti terze per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Cliccando sul bottone “abilita” si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Clicca qui per la Cookie policy