Arte e SpettacoloSpettacolo

PLAYLIST: Guns Akimbo

L’ex-mago Daniel Radcliffe è il protagonista della action comedy di Jason Lei Howden.

Da Hogwarts a… beh, interpretate voi.

Se bazzicate Internet da qualche anno, vi sarà forse capitato di vedere alcuni meme come quelli che avete appena visto.

Conoscete già il soggetto immortalato: si tratta di Daniel Radcliffe, celebre interprete di Harry Potter nell’omonima saga cinematografica.

Ebbene, quei meme erano basati su foto di backstage dell’ultimo film del regista Jason Lei Howden (Deathgasm) Guns Akimbo, mai uscito nelle sale italiane a causa del (solito) Covid-19.

Le immagini trapelate avevano fatto ridere e discutere gli utenti di tutto il mondo, generando grande curiosità nei confronti della pellicola – e facendo un bel po’ di pubblicità, questo è certo.

Disponibile online già da fine Marzo, il film è una action comedy colorata e sopra le righe, come si può vedere già dal trailer:

Ora, il punto è: dietro quel volto amato dal pubblico e la presentazione accattivante si nasconde un buon prodotto?

Vediamolo subito.

In poche parole:

Guns Akimbo narra la storia di Miles (Radcliffe), il tipico leone da tastiera frustrato dalla vita reale. Programmatore di videogiochi per cellulare, viene costantemente tormentato sul posto di lavoro – unico luogo che frequenta oltre a casa sua.

Daniel Radcliffe in una delle prime scene del film.

Provocare la gente nelle sezioni commenti dei social network è la sua grande passione, ma ovviamente finisce per stuzzicare le persone sbagliate.

Nel mondo di Guns Akimbo esiste un servizio (illegale) di live streaming chiamato SKIZM, che si basa sul mostrare al pubblico scontri all’ultimo sangue tra killer professionisti.

In una delle sue solite serate a base di birra, solitudine e provocazioni online, Miles scrive qualche parola di troppo ai moderatori di SKIZM. Questi in men che non si dica lo rintracciano, gli fanno una visita e gli lasciano un regalino – anzi, due.

Il mattino dopo la visita dei malviventi, il protagonista si ritrova con due pistole impiantate chirurgicamente sulle mani. Come se non bastasse, viene costretto a combattere contro Nix (Samara Weaving), la psicopaticissima top player di SKIZM.

Tutto questo proprio nel giorno in cui la sua ex-fidanzata aveva deciso di concedergli un appuntamento – perché può sempre andare peggio.

Samara Weaving interpreta Nix, l’instabile star di SKIZM.

Da qui parte la rocambolesca – e alquanto impacciata – fuga di Miles, tra un inseguimento, una sparatoria, un’altra sparatoria e difficoltà a vestirsi – provateci voi, con due Glock al posto delle mani!

Il film segue la classica struttura “da videogame”;

l’escalation di eventi porta a scontri a fuoco con personaggi sempre diversi, fino ad arrivare al final stage in cui si affronta una vera e propria serie di boss, per chiudere con l‘obbligatorio cattivone finale.

Guardando Guns Akimbo si ha spesso la sensazione di assistere ad un videogioco sparatutto, complici la regia à la Zack Snyder (300) e la generale influenza dell’immaginario videoludico, dalle battute alla colonna sonora in pieno stile anni Ottanta.

Dopo i primi dieci minuti si viene catapultati in un turbine di azione comicamente frenetica, scandita da un ritmo rapidissimo che tiene sempre alta l’attenzione dello spettatore.

Le influenze stilistiche vanno dal già citato Snyder ai film di arti marziali degli anni Settanta e Ottanta, non senza una buona dose di ultraviolenza che strizza l’occhio al Tarantino di Kill Bill.

Chi ha vissuto gli anni Novanta e i Duemila, poi, riconoscerà le suggestioni derivanti dagli splatter horror in stile Peter Jackson e dalle pellicole tratte dai videogame, che hanno spopolato nel periodo a cavallo tra i due millenni – e decisamente non ben viste dagli appassionati di cinema.

Gli attori contribuiscono alla verve un po’ trash del film con performance sopra le righe, ma sinceramente divertite;

Primo fra tutti Radcliffe, che ha dimostrato di amare particolarmente le sceneggiature comiche e leggere già con Swiss Army Man.

Tutto sommato, Guns Akimbo si dimostra essere un’opera di indubbio intrattenimento, anche se priva di messaggi significativi.

Le risate sono assicurate, e la macchina da presa sempre in movimento risulta estremamente adrenalinica.

Di sicuro non ci si annoia, insomma.

Se volete divertirvi spegnendo il cervello per un’ora e mezza, questo è il film che fa per voi.

Potete trovarlo in streaming su Amazon Prime Video.

Show More

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Questo sito fa uso sia di cookie tecnici sia cookie di parti terze per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Cliccando sul bottone “abilita” si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Clicca qui per la Cookie policy