L’Aquila: intitolazione di nuove vie cittadine

L’Assessore Carla Mannetti ha annunciato l’intitolazione di nuove vie cittadine a personalità di spicco della nostra regione: ecco quali sono e dove si trovano

“Grazie al lavoro certosino svolto dalla Commissione consultiva per l’Onomastica Comunale, recentemente ricostituita sotto l’amministrazione Biondi e composta da personaggi autorevoli della comunità aquilana, – ha detto l’Assessore Carla Mannetti – abbiamo approvato in Giunta le proposte di intitolazione di alcune aree di circolazione insistenti sul territorio comunale. Da questo sforzo corale di confronto e di riflessione sui fatti storici e i personaggi che sono entrati a far parte della memoria collettiva e che hanno reso famosa l’Italia nel mondo, ora avvieremo l’iter per l’intitolazione di nuove vie, che entreranno a far parte della toponomastica comunale”.

La Giunta comunale, nella seduta del 24 aprile scorso, ha preso atto dei pareri espressi dalla Commissione, che – si ricorda – sono obbligatori ma non vincolanti per l’Amministrazione comunale, ed ha stabilito di procedere alle intitolazioni delle vie della città in ricordo di eventi storici o di alcuni personaggi famosi che hanno dato lustro alla Nazione.

Tra questi, l’astronomo Gian Domenico Cassini (Perinaldo, 8 giugno 1625 – Parigi, 14 settembre 1712), scopritore di  quattro satelliti di Saturno e della Grande Macchia Rossa di Giove, al quale sarà intitolata l’area di circolazione prospiciente gli stabilimenti industriali della Leonardo Global Solution S.p.A. ed Alenia Spazio Italia, già Via Campo di Pile.

Mentre al letterato John Fante (Denver, 8 aprile 1909 – Los Angeles, 8 maggio 1983), scrittore e sceneggiatore statunitense di origini italiane, autore della Saga di Arturo Bandini e di altri romanzi di spicco nel panorama mondiale, sarà intitolata una piazza insistente lungo Via della Stazione (Loc. L’Aquila-Pile).

La Giunta, inoltre, ha accolto positivamente la proposta della Commissione consultiva per il ripristino della denominazione storica di “Chiassetto Valleverde”, area di circolazione chiusa nella parte terminale di Via del Crocifisso e ha stabilito il ripristino di “Via XI Febbraio”, area di circolazione compresa tra Piazza XI Febbraio ed il Gran Sasso Science Institute, come risulta dalla documentazione storica.

Alcune proposte sono state rinviate in quanto al momento non risultano altre aree di circolazione disponibili da intitolare. Le proposte con parere favorevole saranno, invece, inoltrate alla Prefettura e alla Soprintendenza per i pareri di competenza.



Lascia un commento