Politica

Infrastrutture, PEZZOPANE, Da Marsilio giochi di prestigio. 40 milioni per ferrovia già in Sostegni Bis

“L’uscita dall’isolamento ferroviario del capoluogo di Regione è sicuramente un obiettivo da perseguire. Ed ora che siamo usciti dalla emergenza della ricostruzione dobbiamo impegnarci sulle direttrici strategiche. 

Marsilio ha presentato alla stampa il suo piano infrastrutturale , non c’è nemmeno 1 euro sui collegamenti ferroviari riguardanti il capoluogo di regione.

Abbiamo sollevato la questione, persino a destra si è sentita qualche voce; è rimasto in silenzio invece, il sindaco del capoluogo Pierluigi Biondi, sempre succube delle decisioni di Marsilio, sulla sanità come su trasporti ed infrastrutture. Perché Marsilio non ha investito fondi del suo piano infrastrutturale ed ora goffamente li chiede con un emendamento targato FdI al governo al quale è all’opposizione? 

Regione e Comune provano a  ‘mettere una pezza’, un goffo “giochino di prestigio” con un emendamento per uno studio di fattibilità. 

In pratica Marsilio non ha messo un € nel piano infrastrutturale regionale, pur essendo la Regione a dover programmare gli interventi, e ha chiesto, invece, 40 milioni al Governo per uno studio di fattibilità. Pensano che abbiamo l’anello al naso, Marsilio e Biondi fanno solo propaganda elettorale per FdI, un approccio partitocratico  tutto interno a Fratelli d’Italia, non da amministratori di un territorio.

L’emendamento è stato predisposto da Marsilio insieme al presidente Fdi della Regione Marche Francesco Acquaroli, con i sindaci di L’Aquila, Rieti e Ascoli, Biondi, Cicchetti e Fioravanti anche essi di Fdi. 

Chiaro l’intento elettoralistico  del partito della Meloni. Si parla di collegamenti con Roma e Rieti e non si coinvolge la Regione Lazio con il Presidente Zingaretti? Ma la cosa più assurda è che questo emendamento è copiato da un altro emendamento a firma Melilli (Pd) già presentato e approvato in fase di conversione del ‘Decreto Sostegni bis’, nel mese di luglio”. Il governo ha già assegnato, con la Legge 23 luglio 2021, n. 106 articolo 73 – ter, comma 3, proprio 40 milioni per studi di fattibilità e progettazione dei collegamenti ferroviari tra Roma e i capoluoghi di provincia delle zone colpite dal sisma del 2016, e capoluogo di Provincia è anche L’Aquila In che mani siamo capitati? Abbiamo già approvato un emendamento per lo studio di fattibilità di un collegamento ferroviario che colleghi Roma con i capoluoghi delle province delle aree terremotate del 2016.  

Possibile che Marsilio e Biondi non si siano accorti che la proposta era stata già presentata e approvata? È assurdo ed ancora più grave sarebbe, se lo avessero fatto semplicemente per farselo bocciare  per poi fare la solita litania  con urli e strepiti contro il Governo. Questo ‘giochetto’, però, l’abbiamo smontato.  Ci vuole serietà per affrontare questi temi. Ed ora è il momento giusto. Non si può giocare su questioni così importanti, lasciamo stare i ‘giochi di prestigio’ verso le elezioni. Piuttosto, bisognerebbe che la Regione attivasse un vero tavolo istituzionale un tavolo di confronto sul progetto di collegamento ferroviario tra L’Aquila e Roma.

Apriamo il confronto, discutiamone insieme e se dovessero servire risorse ci prodigheremo come sempre in Parlamento per ottenerle. Ma ci vuole serietà e professionalità, non uscite da eterna campagna elettorale.” Così Stefania Pezzopane Deputata Dem questa mattina in conferenza stampa su ferrovia L’Aquila Roma ed i 40 milioni per gli studi di fattibilità.

Show More

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Questo sito fa uso sia di cookie tecnici sia cookie di parti terze per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Cliccando sul bottone “abilita” si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Clicca qui per la Cookie policy