impegno mantenuto

Si tratta di una bellissima notizia per questa terra che, per un gioco del destino, giunge nel giorno che ha profondamente segnato la storia moderna di questa comunità. Un’operazione portata avanti attraverso incontri, contatti costanti e che dovrà essere ratificata da un decreto interministeriale. Il mio ringraziamento va a quanti, silenziosamente, hanno lavorato per un obiettivo importante, con cui sarà possibile proseguire l’azione avviata da questa amministrazione, per agevolare il ritorno in centro storico di uffici pubblici e funzioni dello Stato.

Così il primo cittadino Pierluigi Biondi descrive ed inaugura il nucleo di Tutela del patrimonio culturale, in collaborazione con il ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini e il comando generale dell’Arma Carabinieri; la sede sarà provvisoria, ma volta a valorizzare la città e la sua impronta culturale.

Il raggiungimento di tale obiettivo va di pari passo con la recente candidatura de L’Aquila città italiana della cultura; è inoltre una sede atta a garantire la piena ristrutturazione del complesso retrostante la Basilica di San Bernardino.

Di base, l’evento ha sicuramente una sua rilevanza ed è opportuno porvi l’accento; tuttavia, ciò che suscita in me qualche domanda è il manifesto: il lettore avrà notato la foto che precede l’articolo, nonché le voci sovrastanti “L’Aquila sede del nucleo carabinieri”.
A fare bella mostra, vi sono un grosso “vinci il virus” e “#restaacasa”; per non parlare del “impegno mantenuto” scritto, in conclusione, a caratteri cubitali.

Analizziamo il manifesto: teoricamente parlando, il Coronavirus c’entrerebbe poco o nulla con l’argomento trattato; eppure, come suggerisce l’angolo in alto a sinistra, sembrerebbe il tema portante dell’annuncio. È una questione estetica abbastanza intuitiva, basata su ciò che, in primis, cattura l’attenzione dell’osservatore.
“Impegno mantenuto”, di rimando, chiude il cerchio e si ricollega a quanto sovrascritto.

Il manifesto, da questo punto di vista, assume la forma di una propaganda spregiudicata; difatti, non è la prima volta che il virus viene “utilizzato” per adempiere ai propri fini elettorali.
Qualcuno potrebbe tranquillamente ribattere con: “è un segno di speranza, un bel gesto verso la comunità” e su questo non mi esprimo, in quanto non posso certo delineare le reali intenzioni del sindaco.

Tuttavia, la mancanza di correlazione tra i titoli posti in risalto ed il tema trattato è uno dei cardini di un dubbio legittimo.
Cosa vuol dire “impegno mantenuto”? Si fa riferimento ad una promessa fatta in campagna elettorale o durante interventi pubblici passati; una tipica dimostrazione atta a sottolineare la costanza del proprio operato. Nulla a che fare, senonché, con l’emergenza Coronavirus nazionale.
Un segno di speranza potrebbe, a mio avviso, riguardare la salvaguardia dei cittadini a livello sanitario, punto tra l’altro ancora piuttosto discusso – vista l’attuale situazione dell’ospedale San Salvatore, nonché degli stessi Consiglieri comunali.

Il contesto mi ricorda le mascherine con il logo di Fratelli d’Italia; non credo ci sia molto da discutere a riguardo: resta solo quel leggero imbarazzo di fondo.

Messaggio Elettorale a Pagamento

Messaggio elettorale a pagamento

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.