Breaking newsPolitica

Dopo 20 anni la Provincia dell’Aquila acquisisce la strada comunale Castelnuovo – San Leonardo

“Sono passati venti anni da quando all’inizio del nuovo millennio chiedevo al Sindaco di San Pio delle Camere, Gianni Costantini, di farsi promotore ad aprire un discorso con la Provincia per l’acquisizione della strada comunale Castelnuovo (S.S.17) San Leonardo (sp. 8 ), perché pericolosa per natura e il comune di San Pio delle Camere non aveva la forza per mantenerla in sicurezza.

Dico finalmente perché oggi, grazie al Consigliere Provinciale con delega alla viabilità, siamo arrivati alla fine di questo percorso perché la caparbietà di noi Sindaci del Comprensorio, con a capo il Sindaco di San Pio delle Camere, Pio Feneziani, siamo riusciti ad ottenere il risultato tanto sperato.

I Sindaci dei comuni di: Carapelle Calvisio, Castelvecchio Calvisio, Calascio, Castel del Monte e Santo Stefano di Sessanio, si sono adoperati, insieme al Comune di San Pio delle Camere a comunicare nel 2018, il problema alla Provincia nella persona del Consigliere delegato Vincenzo Calvisi che ha avviato l’iter per la provincializzazione della strada, fino ad arrivare a questi giorni che, grazie all’interessamento dell’Ing. Luca Rocci, attuale consigliere delegato alla Viabilità dell’Ente Provincia, si è arrivati alla deliberazione per l’acquisizione al Patrimonio dell’Ente, della strada in oggetto.

Ringrazio a nome dei colleghi Sindaci del comprensorio il consigliere delegato Ing. Luca Rocci e i Consiglieri Vincenzo Calvisi, Francesco de Santis e Berardino Morelli nonché il Presidente, quale proponente, Dott. Angelo Caruso

Show More

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Questo sito fa uso sia di cookie tecnici sia cookie di parti terze per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Cliccando sul bottone “abilita” si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Clicca qui per la Cookie policy