Breaking newsCronaca

Dal 4 maggio si può tornare in parchi e giardini.

Biondi e Taranta: “Ma non è un ‘tana libera tutti’, occorre rigoroso rispetto delle disposizioni per la sicurezza”

L’accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici, anche nel capoluogo d’Abruzzo, come previsto dal decreto del presidente del Consiglio dei ministri dello scorso 26 aprile. Da lunedì 4 maggio verrà consentito.

Lo rendono noto il sindaco Pierluigi Biondi e l’assessore all’Ambiente del Comune dell’Aquila, Fabrizio Taranta.

Precisando che tale riapertura è “condizionata al rigoroso rispetto del divieto di effettuare ogni forma di assembramento, nonché al mantenimento della distanza di sicurezza interpersonale di un metro”.


Resteranno invece chiuse, per effetto dello stesso Dpcm, le aree attrezzate per il gioco dei bambini e non sarà consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto. 

Sarà possibile svolgere individualmente, o con accompagnatori per minori o persone non completamente autosufficienti, attività sportiva o motoria, sempre nel rispetto della normativa vigente.


Il sindaco Biondi e l’assessore Taranta ricordano che la fase 2 dell’emergenza coronavirus non è da intendersi come una sorta di ‘tana libera tutti’ e invitano i cittadini a prestare la massima attenzione e collaborazione nel rispetto delle nuove regole comportamentali e di quelle già note “per non vanificare gli sforzi fatti dalla comunità aquilana nell’azione di prevenzione e contrasto del coronavirus”.


Verranno affissi in tutti i parchi e giardini pubblici dei cartelli che ricorderanno agli utenti le regole da seguire nel rispetto delle prescrizioni governative.


Rigorosi saranno i controlli che saranno effettuati non solo dalle Forze dell’ordine e dalla Polizia municipale, ma anche con l’ausilio del gruppo Alpini del IX Reggimento, “a cui va il nostro ringraziamento per la sensibilità e disponibilità dimostrata” hanno commentato Biondi e Taranta.


Il settore Ambiente ha già stilato un cronoprogramma per far fronte, a partire da lunedì 4 maggio, allo sfalcio dell’erba e alla manutenzione del verde partendo proprio dalle aree più grandi e maggiormente frequentate della città. Tali lavori verranno conclusi nel giro di una settimana attraverso l’impiego di un maggior numero di operatori .


I parchi che saranno riaperti al pubblico dalla prossima settimana, inoltre, saranno geolocalizzati e segnalati sul sito internet attivato dal Comune dell’Aquila www.vincilvirus.it, in cui sono già segnalate le attività commerciali che svolgono attività di consegna a domicilio.


In sintesi un breve vademecum sui comportamenti da tenere in ottemperanza a quanto disposto dal nuovo DPCM:

PARCHI e GIARDINI PUBBLICI

Sono consentiti gli accessi ai giardini nel numero di persone che consentano il rispetto del distanziamento fra le persone (non appartenenti allo stesso nucleo familiare o congiunti) e che evitino l’assembramento dello spazio normalmente dedicato agli incontri. Previsto l’uso della mascherina.

Le aree gioco per i bambini restano chiuse.

I bambini devono essere accompagnati da una persona adulta (familiare o baby sitter, autocertificazione), la quale curerà la loro attività ed il rispetto delle distanze.

È consentitala la sosta di una sola persona per panchina, a meno che non si tratti di familiari o conviventi.

Sono consentite le passeggiate, l’utilizzo della bicicletta, le attività fisiche, motorie, ginniche, fermo restando l’osservanza del distanziamento sociale.

Vietate le attività sportive e ludiche che prevedono contatti e non rispettano le distanze di sicurezza.

Non sono ammessi assembramenti e comunque non più di due persone insieme, alla distanza di sicurezza, a meno che non siano dello stesso nucleo familiare o conviventi.

Altre attività o manifestazioni di iniziativa di gruppi o di associazioni o altro sono vietate.

Le aree per cani possono essere utilizzate con rispetto delle distanze tra le persone (le aree sono di norma recintate e le persone possono auto disciplinarsi nell’utilizzo per il rispetto della distanza).

Le attività commerciali esistenti nei parchi o nei giardini devono seguire la disciplina generale della riapertura delle medesime, secondo il proprio regolamento.

Sarà esercitata un’attività di controllo da parte della Polizia municipale, delle Forze dell’ordine, con l’ausilio del gruppo Alpini del IX Reggimento, e comminate eventuali sanzioni ai trasgressori.

Tags
Show More

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close

Questo sito fa uso sia di cookie tecnici sia cookie di parti terze per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Cliccando sul bottone “abilita” si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Clicca qui per la Cookie policy