Cominciano ad arrivare interventi contro la decisione della Regione Abruzzo di finanziare una campagna informativa affidandola ad una società che era stata impegnata nella campagna politica a favore del candidato di centro destra Marco Marsilio. Anche la lega con un’intervento del deputato Luigi D’Eramo chiede di rescindere il contratto. La nota che pubblichiamo è della Deputata Dem Stefania Pezzopane

“Sconcerta che la Regione Abruzzo abbia trovato rapidamente tempo e soldi per attribuire un incarico a trattativa diretta dentro la soglia dei 40000 €, per un fantomatico progetto di comunicazione istituzionale.

Ma la regione lo sa che gli ospedali ed i medici di base attendono ancora mascherine e tamponi, e che questa rimane la assoluta e primaria necessità? Se però la regione ritenesse nella sua autonomia di dover fare comunicazione istituzionale e dare più informazioni tecniche, scientifiche e comportamentali ai cittadini, perché allora non sostenere direttamente ed efficacemente emittenti locali, radio, giornali online ad ampia diffusione e quotidiani regionali ? La mia proposta è: invece di foraggiare con le risorse pubbliche una unica società ( proprio quella che ha fatto la campagna elettorale per il Presidente Marsilio), si sostenga l’emittenza locale, le radio, la stampa online ed i giornali regionali che tanto stanno facendo, pur nelle difficoltà in cui si sta operando, per dare informazioni puntuali.

Anche un piccolo sostegno in questo momento per la mera informazione e comunicazione istituzionale potrebbe avere un senso. Se invece si vuole utilizzare l’emergenza ed i soldi pubblici per fare “propaganda politica” , immagino che la regione manterrà la sua scelta, che nulla ha a che fare però con i bisogni degli abruzzesi in questo momento. “

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.