Breaking newsPolitica

BLASIOLI: NEL OSPEDALE DI PESCARA LUNGHE FILE, ASSEMBRAMENTI E MANCANZA DI PERSONALE.

CREANO DISAGIO E TENSIONE TRA UTENTI E OPERATORI SANITARI

Visita ispettiva del Consigliere regionale Antonio Blasioli, questa mattina, presso il servizio di Diabetologia dell’Ospedale di Pescara.

Rimanendo all’esterno del Covid Hospital, assieme a Cristiana Del Papa vice presidente dell’Associazione Diabetici Pescara ODV ETS abbiamo incontrato il Direttore Prof.  Agostino Consoli per esporre i problemi che l’associazione ha già evidenziato.

Decine e decine di diabetici ogni giorno sono costretti a venire qui, in questi ambulatori dell’Ospedale di Pescara.

tra l’altro nella stessa palazzina del Covid Hospital, da ogni parte della nostra provincia per fare accesso, uno per volta, e ricevere i presidi per il diabete.

La diabetologia è un servizio all’interno dell’Unità operativa complessa di endocrinologia e metabolismo.

Questa che vedete è una situazione che si verifica ogni giorno dal lunedì al venerdì, dalle ore 11.00 alle ore 13.30, quando gli uffici, ormai ridotti all’osso, aprono a soli 40 utenti per la consegna dei presìdi per diabetici: aghi e siringhe per insulina, penne, lancette pungidito, strisce reattive per la glicemia, glucometro.

Questa situazione, va avanti da tempo.

L’accesso limitato e sottoposto al controllo scanner della temperatura ha determinato lunghe file all’aperto di persone affette da questa patologia e anche assembramenti (peraltro i diabetici sono considerati categoria prioritaria dal cts per le vaccinazioni, in quanto soggetti più a rischio), ma ora la situazione è divenuta ancor di più esplosiva per la mancanza di ben 4 infermieri, purtroppo alle prese con la positività ed altre malattie, due dei quali addetti alla distribuzione dei materiali.

Manca un infermiere alla diabetologia, un infermiere che si occupa di tiroide e ben due di quelli addetti alle striscette reattive.

Ciò ha costretto a ridurre l’orario di apertura e a limitare l’accesso a 40 utenti e soprattutto determina code, assembramenti sotto le più disparate condizioni meteo e anche episodi di discussioni animate e alterchi. Qualche giorno fa è dovuta intervenire la polizia per sedare gli animi, tanto che da ieri alla porta c’è un vigilantes. Paradossalmente non è arrivata la soluzione del problema, cioè gli infermieri in sostituzione, ma è arrivato il vigilantes per sedare gli animi, che va bene, perché permette agli infermieri di lavorare con più tranquillità, ma non risolve il problema.

L’unico infermiere arrivato nel frattempo non consente la riapertura integrale del servizio.

E’ una situazione esplosiva, al limite del rispetto verso chi è chiamato a fare km e km per raggiungere questo unico presidio che serve tutta la provincia, con la certezza di dover fare file all’aperto e assembrati e con il rischio di arrivare dopo la distribuzione dei 40 numeri giornalieri, il che significa sostanzialmente un viaggio a vuoto da ripetere il giorno successivo, per persone diabetiche.

Già a luglio c’erano state proteste e anche un incontro con l’associazione Asad, ma ad oggi nessuna delle proposte è operativa.

Nel 2021 credo che anche per l’Abruzzo, come avviene già da tempo per altre regioni, sia necessaria la distribuzione di questo materiale con DPC (di e per conto), tramite le farmacie convenzionate, come già avviene per altri farmaci ospedalieri.

La Asl ad oggi ha risposto solo che ci sarà il trasferimento in via Rieti, ma nulla sulla distribuzione né sulla risoluzione del problema del personale mancante.

Mercoledì mattina, se questa situazione incivile non verrà risolta, mi presenterò direttamente negli uffici del Direttore Generale della Asl.

Interesserò chi di dovere su questa situazione e chiederò un incontro all’associazione diabetici per verificare se la consegna in DPC può rappresentare la soluzione, ma intanto chiedo alla Asl di procedere velocemente con il nuovo personale, perché questa situazione non può andare avanti.

Show More

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Questo sito fa uso sia di cookie tecnici sia cookie di parti terze per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Cliccando sul bottone “abilita” si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Clicca qui per la Cookie policy