Domani è il 25 Aprile: la 75° ricorrenza della Festa della Liberazione si aggiunge – ahimè – alla lista di eventi e festività che normalmente si sarebbero trascorsi all’aperto, in compagnia dei propri cari e di tutta la comunità, ma che devono necessariamente adattarsi alle condizioni della quarantena.

Nonostante questo, lo spirito della ricorrenza non si lascia affatto scalfire.

Al contrario, questo è vivo ora più che mai. E c’è un motivo ben preciso.

Come nota Carla Federica Nespolo (presidente nazionale associazione partigiani ANPI), quest’anno non si festeggia solamente la liberazione d’Italia dal fascismo, ma anche <<la necessità di progettare un mondo nuovo>>.

E i festeggiamenti avverranno. Soltanto in maniera diversa.

Le commemorazioni ufficiali vedranno recarsi presso i monumenti ai caduti solamente le autorità, ma il programma di eventi online previsti per il 25 Aprile offre una scelta davvero vastissima.

Gli hashtag ufficiali di questa Liberazione saranno #iorestolibero e #iorestolibera.

Tramite questi, sarà possibile partecipare all’evento ufficiale della giornata in diretta streaming su Facebook e altre piattaforme, dalle 14:30 alle 15:00.

Questo si chiuderà con un flash mob che vedrà milioni di Italiani affacciarsi – ancora una volta – sul balcone, questa volta per intonare “Bella Ciao”.

In questo articolo si descrive l’evento come una “piazza virtuale”, e in effetti si tratterà di una vera e propria ridefinizione del concetto stesso di “scendere in piazza”.

Per informazioni sul contenuto della diretta e per la lista completa dei siti che la ospiteranno, visitate www.25aprile2020.it .

Naturalmente non mancano gli omaggi via Internet dall’Abruzzo. Da L’Aquila, il partigiano Arnaldo Ettorre (95) ci regala una performance di “Bella Ciao” sul suo mandolino. La potete trovare sulla pagina Facebook di Anpi L’Aquila, che ha ringraziato Ettorre per il contributo.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *